CEDAS Febbraio-2024

 



             FEBBRAIO – Calendario 2024 , I Fotografi del Mercoledì – CEDAS

 

Al via il mese di FEBBRAIO di questo 2024 : anno bisesto, anno funesto.

Come molte superstizioni, lidea che gli anni bisestili siano intrinsecamente sfortunati non ha alcun fondamento scientifico.

All’origine di questa credenza c’è la pratica antica di aggiungere giorni o mesi al calendario per sincronizzarlo con l’anno solare. Questi giorni “in più” fuori dal tempo erano spesso considerati magici, portatori di fenomeni straordinari, sia positivi che negativi.

Nel calendario gregoriano un anno bisestile è caratterizzato dall’aggiunta di un giorno a FEBBRAIO, solitamente il 29. Questa aggiunta è necessaria per allineare il calendario con il tempo reale della rivoluzione terrestre attorno al Sole. Già nell’antica Roma, il calendario giuliano del 45 a.C. introduceva un giorno aggiuntivo ogni quattro anni.

In particolare, il mese di febbraio, che ospitava i Parentalia dedicati ai defunti, veniva considerato sfortunato. L’avversione per gli anni bisestili si radicò nella società europea cristiana e si diffuse nel corso dei secoli.

Al contrario in Cina questi anni sono considerati fortunati. In Irlanda, il 29 febbraio, noto come il “giorno della proposta”, è addirittura considerato propizio. Pare infatti che le ragazze prendano l’iniziativa chiedendo ai loro partner di sposarle.

Tra gli eventi positivi significativi che si sono verificati negli anni bisestili si ricorda il raggiungimento del massimo grado di prosperità economica prima della Grande Depressione nel 1928, l’entrata in vigore della Costituzione italiana nel 1948 e la prima mappatura del genoma umano nel 2000.

 



1 FEBBRAIO – Apertura rassegna Black History Month Torino

Musei Reali, Salone delle guardie svizzere di Palazzo Reale

 

 

Black-History-Month-Torino-2024

 

 

 

2 FEBBRAIO –  Festa della CANDELORA : Presentazione di Gesù al Tempio


Viene celebrata esattamente 40 giorni dopo il Natale. La prima testimonianza scritta di questa festività risale al IV secolo. Fu chiamata definitivamente Presentazione del Signore solo dopo il Concilio Vaticano II. Fino a quella data era denominata Purificazione della Beata Vergine Maria. Ciascuna di queste definizioni evidenzia un aspetto fondamentale di questa ricorrenza.

In occasione della CANDELORA si celebrano i fatti raccontati nel Vangelo di Luca al capitolo 2. Obbedendo alla legge ebraica, quaranta giorni dopo la nascita di Gesù, Maria si recò al Tempio per compiere due atti rituali di grande valore: la sua purificazione dopo il parto e l’offerta simbolica del suo primogenito a Dio.

Secondo gli ebrei qualsiasi secrezione del corpo umano rendeva contaminati e bisognosi di purificazione.
“Quando una donna sarà rimasta incinta e darà alla luce un maschio, sarà immonda per sette giorni; sarà immonda come nel tempo delle sue regole” (Lv 12,2).


La centralità di cui godette a lungo la figura mariana si spiega con il fatto che questa ricorrenza cristiana si trovò a cadere, nella Roma antica, proprio nel periodo in cui si svolgevano riti pagani di natura agricola che molto avevano a che fare con i concetti di fecondità e purificazione.

In occasione di questa festa avviene la benedizione delle candele e una processione: la somiglianza con i riti precristiani legati alla luce è particolarmente evidente. Da qui il nome Candelora, che trova conferma anche nelle parole con le quali Simeone accoglie Gesù nel Tempio: Cristo è «luce per illuminare le genti».

 

 

Mantegna Presentazione

 

Presentazione al Tempio (1455) - tempera su tavola di Andrea Mantegna, conservato nella Gemäldegalerie di Berlino.

 

 

Fino al 2 FEBBRAIO MEZZI DI TRASPORTO – Rassegna Fotografi  CEDAS a

Nichelino - Centro Commerciale I VIALI



Mezzi Trasporto SRINAGAR DRAGONI 000139

Srinagar - Mercato galleggiante sul lago Dal - Ph. Mauro Dragoni

 



3 FEBBRAIO – Inaugurazione mostra collettiva “PITTURA e LETTERATURA si

incontrano” (Nel segno e nella parola) al centro culturale Arte Città Amica di Torino.

Fino al 14 FEBBRAIO

Opere ispirate a poesie, racconti e romanzi vincitori del Premio Nazionale di Arti Letterarie METROPOLI di Torino 2023 e non solo …

 

 

                           Pittura e Letteratura 2023

 

 

 

 

3 FEBBRAIO - L’ultima fetta di panettone per San BIAGIO salva dal mal di gola.

Per scoprire lorigine di questa tradizione (tutta meneghina) bisogna guardare indietro e tornare al passato dal sapore contadino che caratterizza la Brianza e Milano

San Biagio (Biagio di Sebaste) fu medico e vescovo cattolico vissuto a cavallo tra il III e il IV secolo in Asia Minore. A causa della sua fede fu imprigionato dai Romani, durante il processo rifiutò di rinnegare la fede cristiana: per punizione fu straziato con pettini di ferro usati per cardare la lana. Morì decapitato.

La chiesa cattolica lo ha dichiarato santo e protettore della gola riconoscendogli un «miracolo». Secondo la tradizione, infatti salvò un giovane da una lisca che gli si era conficcata in gola: Biagio diede al ragazzo morente una grossa mollica di pane che scendendo in gola la rimosse. 

Il legame con Milano però è molto più moderno, grazie a un frate goloso di nome Desiderio e una massaia sbadata.

Secondo la leggenda, tutto iniziò poco prima del periodo natalizio quando quest’ultima portò al frate un panettone affinché lo benedicesse. Lui, forse troppo occupato o procrastinatore, certamente molto goloso, si dimenticò del dolce per diversi giorni, salvo spiluccarlo man mano fino a farne rimanere soltanto linvolucro. 

Quando la donna tornò era il 3 FEBBRAIO … il religioso non si perse d’animo, pronto a mostrarne l’involucro ed accampare qualche scusa per la scomparsa del panettone. Ma con grande meraviglia scoprì che era riapparso grosso il doppio. E così questa sovrannaturale apparizione fu attribuita a San BIAGIO.

La tradizione contadina vuole che la mattina del 3 FEBBRAIO la famiglia faccia colazione con l’ultimo panettone superstite delle feste natalizie. Al dolce vengono attribuite proprietà miracolose in grado di preservare dai malanni della gola.

Per noi oggi un ottimo dolce di Natale al pistacchio !!

‘A RICCHIGIA – eccellenze siciliane



Panettone pistacchi Barbara 140811

 

 

 

 

10 FEBBRAIO – il GIORNO del RICORDO

Per non dimenticare i massacri delle foibe …

 

 

FOIBE

 

 

 

 

10 FEBBRAIO - In Duomo a Torino il funerale di Vittorio Emanuele di Savoia, figlio dellultimo re dItalia Umberto II.

La camera ardente nella Cappella di SantUberto alla Reggia di Venaria. Tra i tanti che si sono presentati per omaggiare Vittorio Emanuele di Savoia anche il presidente del Senato, Ignazio La Russa: < Ci sono luci e ombre ma non dimentico che la dinastia Savoia è stata artefice dellunità dItalia >

 

 

Vittorio Emanuele di Savoia



Le spoglie di Vittorio Emanuele di Savoia nella Cripta Reale della basilica di Superga, in forma strettamente privata secondo le sue volontà.

 

 

 

11 FEBBRAIO – Ultimo giorno per METRONOME di Sarah SZE al

Binario 1 delle OGR di Torino

 

 

Metronome OGR Barbara 173936

 

L’artista americana Sarah SZE (Boston, 1969) crea mondi immersivi complessi e dinamici da oggetti di uso quotidiano.

La sua opera METRONOME è stata presentata per la prima volta nella sala d’attesa della stazione ferroviaria londinese di Peckham Rye, coeva all’edificio delle Officine Grandi Riparazioni di Torino, in occasione della riapertura al pubblico nel 2023, dopo oltre 60 anni di abbandono.

La mostra al Binario 1 delle OGR offre dunque un’ideale continuazione di questa storia espositiva: la rivoluzione industriale, di cui le due architetture sono testimonianza, ha rappresentato un momento di accelerazione tecnologica che ha irrimediabilmente modificato il rapporto dell’uomo con il tempo e con lo spazio.

L’invenzione del treno ha infatti accorciato le distanze, portato alla standardizzazione delle ore locali e cambiato la percezione del paesaggio: confrontandosi con questo contesto l’arte dell’Ottocento si è spinta verso nuove soluzioni formali e compositive.

 

Treno Turner

 

Lo possiamo vedere in Pioggia, vapore e velocità (1844), dove  Turner ha dipinto il primo treno a vapore inglese che sfreccia sul ponte di ferro sul Tamigi.

Il movimento dell’aria, prodotto dalla velocità del convoglio, unito alla pioggia ed al vapore, favorisce la creazione di un’atmosfera rarefatta, di grande effetto emotivo e di particolare impatto visivo.

 

Oggi viviamo una nuova rivoluzione, sull’onda dell’innovazione tecnologica : l’inedita proliferazione di immagini e la crescita esponenziale della comunicazione ci pongono al centro di un uragano che modifica radicalmente la nostra esperienza spazio-temporale

METRONOME è un fragile cosmo di centinaia di elementi diversi …

una fantasmagoria di immagini in movimento scandita dal battere di un

metronomo che riporta alla riflessione sul tempo dell’artista ...

 

Metronome OGR Barbara 174120



Immagini che si moltiplicano, frammentano e uniscono in conformazioni inaspettate che si espandono oltre alla scultura per occupare l’intero spazio e trasformare l’architettura stessa in parte di una grande installazione ambientale …

 

Metronome OGR Barbara 174409

 

Sarah SZE è emersa sulla scena artistica americana all’inizio degli anni Duemila con un rapido successo, diplomandosi alla School of Visual Arts di New York prima di ricevere una borsa di studio MacArthur «genius» nel 2003 e di rappresentare gli Stati Uniti alla Biennale di Venezia un decennio dopo.

 

 



FEBBRAIO : il mese clou del CARNEVALE e del Festival di SANREMO


 

3 FEBBRAIO 2024 – Al via il CARNEVALE DI VIAREGGIO

 

                    Carnevale VIAREGGIO Manifesto-Ufficiale-2024



Lanima del Carnevale di Viareggio sono le mastodontiche costruzioni in cartapesta, materiale con cui i Maestri costruttori viareggini danno vita a carri allegorici strabilianti. Questi giganti di carta sfidano le leggi della fisica con la loro grandezza e i loro stupefacenti movimenti.



                      Carnevale VIAREGGIO cartapesta carri allegorici

 

 

Carnevale VIAREGGIO cartapesta mascheroni-carnevale

 

 

 

4 FEBBRAIO – Antico Carnevale del BALON a Torino



Carnevale BALON

 

Contest fotografico 2024 in collaborazione con il Gruppo Fotografico LA MOLE.

 

Carnevale BALON Concorso-Fotografico

 

In locandina la foto vincitrice del contest 2023 by Salvatore Giordano.

 

 

 

4 FEBBRAIO - Carnevale Storico Crescentinese … dal 1529 il

Carnevale più allegro del Piemonte !! 48° edizione 2024

 

                          Carnevale storico crescentinese

 

 

 



4 FEBBRAIOÈ partito da Roma Termini un Frecciarossa 1000 con livrea dedicata a Sanremo 2024 destinato a portare giornalisti e dipendenti Rai nella città ligure per partecipare alla manifestazione canora più celebre dItalia.

 

 

FRECCIAROSSA 1000 - Sanremo 2024



Il Frecciarossa 1000  è il treno più moderno della flotta Trenitalia. Comodo, sicuro ed ecologico, è costruito per viaggiare su tutte le reti AV dEuropa.



 



6 --- 10 FEBBRAIO : Festival di SANREMO

Il settantaquattresimo Festival di Sanremo si svolgerà al Teatro Ariston di Sanremo dal 6 al 10 febbraio 2024 con la conduzione, per il quinto anno consecutivo, di Amadeus, il quale sarà anche il direttore artistico; nel corso delle serate sarà affiancato da vari co-conduttori e co-conduttrici, tra cui Marco Mengoni nella prima serata, Giorgia nella seconda serata, Teresa Mannino nella terza serata, Lorella Cuccarini nella quarta serata e Fiorello nella serata finale. La scenografia è stata curata da Gaetano e Maria Chiara Castelli.

 

SANREMO palco-Ariston-2024

 



8 FEBBRAIO – GIOVEDI’ GRASSO, il primo giorno di festa del Carnevale romano.

Tutti i giorni salienti del Carnevale (il giovedì di apertura e il martedì successivo di chiusura) si associano al termine grasso in quanto si festeggia e si fa scorta di cibi grassi in vista del periodo di magro della Quaresima.



carnevale-cinecitta-roma

Carnevale a Cinecittà World - Roma

 

 

MASCHERE di LEGNO per il CARNEVALE nelle DOLOMITI




Carnevale VALFLORIANA legno MATOCI

 

 

Carnevale VALFLORIANA legno MATOCI 2

 


I MATOCI della VALFLORIANA - Maschera realizzata in legno di cirmolo

Ph Riccardo DI VALERIO



Il CARNEVALE di VALFLORIANA è una delle più antiche e tradizionali feste in maschera organizzate in Trentino Alto Adige, precisamente in Val di Fiemme.

Il SABATO GRASSO10 FEBBRAIO - i Matoci, tra le poche maschere arcaiche ancora esistenti nelle Alpi, annunciano il carnevale … alla cintura portano un grosso campanaccio.

Nati alla fine del medioevo, quando Valfloriana si trovava sotto l’influenza del Vescovo di Bressanone e la vita politica era dominata dai castelli e dai feudi, dal 1500 divennero un vero e proprio simbolo culturale della comunità.

< Allora erano maschere realizzate per i matrimoni: le celebrazioni, visto il riposo forzato dei contadini, si tenevano in inverno e i matoci inauguravano i cortei nuziali. A fianco, i giullari organizzavano gli scherzi. Altrettanto interessanti, poi, erano gli arlecchini di corte che in piazza riportavano le storie più eclatanti, burlandosi dei fatti delle persone o proponendo battute satiriche sulla vita politica > racconta Giancarlo Genetin, custode forestale e presidente del Comitato dei Matoci.

 

 


13 FEBBRAIO – MARTEDI’ GRASSO. Tradizionale chiusura del Carnevale.

A Venezia con la Presentazione della Maria del Carnevale in Piazza San Marco.

 

Carnevale Venezia Maria 2023

 

Al Carnevale storico d’Ivrea con Abbruciamento degli scarli e Marcia funebre.



Carnevale Ivrea Abbruciamento Scarli

 

 

GRAN FINALE dei carnevali alpini della COUMBA FREIDA a Saint-Rhémy-en-Bosses, il borgo più importante dellalta Valle del Gran San Bernardo ed Allein in Valpelline.

La tradizione lega la nascita de lo Carnaval de la Coumba Fréide al passaggio di Napoleone attraverso il Colle del Gran San Bernardo, nel maggio del 1800, durante la campagna d’Italia.

 

NAPOLEONE 7254

 

 

DIST 7237

 

 



14 FEBBRAIO – Insolita sovrapposizione de LE CENERI con San VALENTINO tra amore e penitenza !!

Il primo giorno di Quaresima coincide con la Festa degli Innamorati … CENERE & CUORE !!

 

 

14 FEBBRAIOaTUTTOCUORE su Rai1

Lopera show di Claudio Baglioni per celebrare la festa degli innamorati.

 

BAGLIONI a tutto cuore


 

 



Fino al 25 FEBBRAIO – AFRICA le collezioni dimenticate

ai Musei Reali di Torino, Sale Chiablese

 

AFRICA MRT scudo 

 

 

25 FEBBRAIOConcerto di chiusura della rassegna Black History Month Torino

Musei Reali, Salone delle guardie svizzere di Palazzo Reale

 

 

29 FEBBRAIO – Un giorno raro per le MALATTIE RARE

 

MALATTIE RARE 

 

 



© Copyright Barbara Caricchi ARTIVAMENTE – Tutti i diritti riservati